Telelavoro in Europa: guida a sostegno dei datori di lavoro

La diffusione globale del Covid-19 sta accelerando l’adozione del telelavoro in tutto il mondo. In Europa non esistono norme uniformi per l’introduzione del telelavoro, ad eccezione dell’accordo quadro europeo volontario del 2002, che contiene solo un quadro giuridico generale. Tuttavia, questo accordo non è una legge vincolante per gli Stati membri dell’UE.

La guida pratica

In assenza di regole uniformi, i datori di lavoro che impiegano lavoratori in diversi Paesi europei convivono con il rischio costante di violare le normative specifiche di ciascun Paese.

Per aiutare le aziende a prendere la decisione migliore in tema giuslavoristico, la European Labour Law service line di Andersen ha preparato una guida pratica che fornisce ai datori di lavoro importanti informazioni sull’introduzione e l’attuazione del telelavoro nei singoli Paesi europei.

A questo link potete consultare e scaricare la guida sul telelavoro con gli eventuali aggiornamenti normativi dei prossimi mesi.

La metodologia utilizzata nella guida redatta dagli avvocati Andersen dislocati nei diversi Paesi europei, è oggetto di trattazione del webinar che alcuni colleghi del Dipartimento Employment organizzano il 19 novembre, in modo da poter essere uno strumento utile a fronte di molti dei dubbi che possono sorgere nel prossimo futuro.

Webinar sul telelavoro

Il seminario online della European Labour Law service line di Andersen – che si svolge giovedì 19 novembre 2020 alle ore 16.00 CET – fornisce una panoramica generale e aggiornata della situazione normativa del telelavoro in Europa, dando anche la possibilità alle imprese di fare domande specifiche.

Oltre a spiegare la metodologia della guida pratica, il webinar analizza i temi di massimo interesse legati al lavoro a distanza, tra i quali:

  • la natura volontaria o obbligatoria del telelavoro
  • il suo funzionamento e il diritto alla disconnessione digitale
  • gli obblighi aziendali in materia di salute e sicurezza durante lo svolgimento delle mansioni a distanza
  • la protezione dei dati
  • la riservatezza
  • l’obbligo delle aziende, se del caso, di pagare le spese derivanti dal telelavoro.

Per partecipare al webinar è necessario registrarsi qui per ricevere i dati di accesso alla sessione.