Nuovi modelli di governance nelle società benefit

L’Associazione Quinto Ampliamento in collaborazione con il Politecnico di Milano torna a parlare di società benefit durante l’incontro Il nuovo modello di impresa civile in programma il 12 marzo 2019. Durante l’evento Francesco Marconi, Partner di Andersen e co-autore insieme a Vittorio Traversa e altri esperti del settore del Quaderno I fini Benefit: dalla Benefit Corporation alla Società benefit, terrà una relazione dal titolo Società benefit e B-Corp: quando la forma giuridica guida il cambiamento, indica la strada e fissa le idee in una nuova governance.

All’incontro parteciperà anche Stefano Zamagni, Presidente dell’associazione Quinto Ampliamento e Professore ordinario di Economia Politica all’Università di Bologna (Facoltà di Economia) e Adjunct Professor of International Political Economy alla Johns Hopkins University, Bologna Center, uno dei massimi esperti di economia civile; tra i relatori segnaliamo Mario Calderini, Full Professor Politecnico di Milano, che parlerà della nuova generazione di imprese per l’impatto sociale, e Alessandro Giaume, Innovation Director (Gruppo BIP) .

Il modello di società benefit risulta quanto mai attuale in un contesto in cui i concetti di sostenibilità e benessere dell’individuo acquistano sempre più peso. La figura dell’imprenditore ormai non si limita alla sola massimizzazione del profitto, ma riveste anche un ruolo attivo nel miglioramento delle condizioni di benessere della comunità nella quale opera.

I soggetti illuminati che vogliono fare impresa perseguendo anche il bene comune, necessitano di strumenti a garanzia del proprio operato dal punto di vista giuridico onde evitare di incorrere in contenziosi con gli altri stakeholder aziendali. L’entrata in vigore della legge 208/2015, che ha introdotto il modello di società benefit, ha di fatto legittimato le imprese a contribuire in modo attivo e costante al miglioramento delle condizioni sociali, ambientali e culturali nel contesto in cui operano.

Ciò comporta una naturale evoluzione della governance aziendale, a cui viene data maggiore libertà di adottare scelte strategiche e operative non strettamente redditizie nel breve periodo, ma che consentirebbero all’azienda non solo di contribuire al beneficio comune, ma anche di avere un ritorno di immagine estremamente positivo.

 

Visualizza il programma completo e iscriviti cliccando qui.