Pubblicato il Policy Paper di AmCham sulle industry 4.0

Il Gruppo di Lavoro Innovazione, Ricerca e Sviluppo dell’American Chamber of Commerce in Italy (AmCham), tra i cui membri figura anche Andersen, ha pubblicato la seconda edizione del Policy Paper sulle industry 4.0 dal titolo Industry 4.0 e la Legge di Bilancio 2019.

La Legge di Bilancio 2019 ha infatti modificato il piano Impresa 4.0 riposizionando le risorse a disposizione per questo progetto e introducendo nuovi strumenti fiscali per le imprese che investono nell’Industria 4.0.

Le principali novità relative al piano Impresa 4.0 riguardano il credito d’imposta per la formazione 4.0, la proroga e variazione delle soglie dell’iperammortamento, grazie anche all’introduzione del cloudcomputing per l’accesso a beni immateriali.

Se da un lato si registra una riduzione delle agevolazioni per Ricerca & Sviluppo, dall’altro viene introdotto il cosiddetto voucher per l’Innovation Manager, ovvero un contributo a fondo perduto per l’acquisto di consulenze specialistiche, e viene rifinanziato lo strumento dei contratti di sviluppo.

La nuova Legge di Bilancio istituisce inoltre un fondo per interventi volti a favorire lo sviluppo di tecnologie e applicazioni di intelligenza artificiale, blockchain e Internet of things e stanzia altre risorse per sostenere interventi volti a favorire lo sviluppo del capitale immateriale, della competitività e della produttività.

 

Il futuro di Industry 4.0 

22 giugno 2018

Martedì 5 giugno 2018 si è svolto a Milano un incontro organizzato dall’American Chamber of Commerce in Italy (AmCham) con il patronato di Regione Lombardia e il patrocinio dell’Università Cattolica del Sacro Cuore per presentare il Policy Paper dal titolo “Il futuro di Industry 4.0”. Il documento, redatto da Gruppo di Lavoro Ricerca & Sviluppo tra i cui membri figura anche Andersen,  analizza le tendenze di sviluppo e le problematiche riscontrate dalle grandi aziende americane ed italiane che hanno investito nelle tecnologie Industry 4.0.

Le agevolazioni fiscali a disposizione delle imprese che fanno  investimenti in Industria 4.0 sono molteplici e premiano maggiormente coloro che fanno investimenti costanti o crescenti nel tempo, creando dei veri e propri circoli virtuosi.

Fra gli altri, ricordiamo l’IPER ammortamento, che consente di dedurre ai fini fiscali fino al 250% del costo sostenuto per i beni certificati 4.0, il credito di imposta per attività di Ricerca e Sviluppo,  la Nuova Sabatini, che  facilita l’accesso al credito delle imprese sostenendo gli investimenti per acquistare o acquisire in leasing macchinari, attrezzature, impianti, beni strumentali ad uso produttivo e hardware, nonché software e tecnologie digitali. Gli interventi vengono potenziati in caso di Startup e PMI innovative.

Disponibile il white paper Il Futuro di Industry 4.0 qui.

 

I nostri esperti sono a vostra disposizione per approfondire le opportunità disponibili e la relativa documentazione