Via libera all’autocertificazione per l’esportazione di opere d’arte

Gilberto Cavagna, Associate Partner esperto in valorizzazione e protezione dei diritti di proprietà intellettuale e in diritto dell’arte e dei beni culturali, approfondisce le modalità di esportazione di opere d’arte in un articolo pubblicato dalla rivista online QA – Turismo Cultura & Arte.

Al fine di agevolare il mercato di opere d’arte il Ministro per i beni e le attività culturali e il turismo (con il decreto ministeriale n. 367/2020 del 22 settembre 2020) ha introdotto la possibilità di esportare tutte le opere di proprietà privata e non vincolate realizzate da autori scomparsi da oltre 70 anni, purché abbiano un valore inferiore a euro 13.500, grazie ad un’autocertificazione. La norma permetterà pertanto di agevolare i processi burocratici e dare slancio al settore per le opere di minor interesse storico artistico.