Contabilizzazione delle fatture a cavallo d’anno

overviewschema

In considerazione delle modifiche intervenute lo scorso anno, in particolare con l’art. 14, DL n. 119/2018, c.d. “Collegato alla Finanziaria 2019”, è opportuno prestare particolare attenzione alla contabilizzazione delle fatture a cavallo d’anno, soprattutto per quanto riguarda la detraibilità dell’IVA.

Il modificato art. 1, comma 1, DPR n. 100/98 stabilisce che: “Entro il medesimo termine di cui al periodo precedente può essere esercitato il diritto alla detrazione dell’imposta relativa ai documenti di acquisto ricevuti e annotati entro il 15 del mese successivo a quello di effettuazione dell’operazione, fatta eccezione per i documenti di acquisto relativi ad operazioni effettuate nell’anno precedente”.

Considerando, quindi, che risulta determinante la data di ricezione della fattura da parte dell’acquirente / committente, si riporta di seguito uno schema per il corretto trattamento delle fatture ricevute a cavallo d’anno.

Fatture ricevute e registrate nel mese di dicembre l’IVA può essere detratta nella liquidazione Iva del mese di dicembre/quarto trimestre 2019
Fatture ricevute nel mese di gennaio 2020 (datate dicembre 2019) e registrate nel mese di gennaio 2020 l’IVA può essere detratta nella liquidazione Iva del mese di gennaio/primo trimestre 2020
Fatture ricevute nel mese di dicembre 2019 non registrate a dicembre 2019 (registrazione 2020 entro il 30/4/2020) la detrazione dell’IVA relativa all’anno 2019 deve essere effettuata nella dichiarazione IVA 2020 relativa al periodo di imposta 2019 da presentare entro il prossimo 30 aprile 2020.

La registrazione, da effettuarsi entro il 30 aprile 2020, deve avvenire su apposito sezionale del registro acquisti.

N.B. La data di ricezione per le fatture elettroniche equivale alla data di ricevimento nello SDI

 

 

 

 

contabilizzazione delle fatture a cavallo d’annocontabilizzazione delle fatture a cavallo d’annocontabilizzazione delle fatture a cavallo d’anno