Il Sole 24 Ore: articolo dei nostri avvocati sulla Giustizia digitalizzata

Esce oggi su Il Sole 24 Ore – Quotidiano del Diritto l’approfondimento sulla Giustizia digitalizzata e sull’adozione di misure straordinarie nell’attività giudiziaria per contrastare l’emergenza da Covid-19, firmato dai nostri avvocati Andrea Ferrandi e Sara Cancian.

Il differimento delle udienze e la sospensione dei termini giudiziari sono solo alcune delle iniziative prese. Per garantire al massimo il distanziamento sociale, potranno essere usati collegamenti da remoto per garantire lo svolgimento delle udienze civili che non necessitano la presenza di altri soggetti se non i difensori e gli assistiti. Anche le udienze penali si terranno utilizzando strumenti tecnologici di video conferenza o altri sistemi di collegamento da remoto.

Nell’articolo, Andrea Ferrandi e Sara Cancian prendono spunto dall’analisi di questi provvedimenti emergenziali per fare una riflessione sulla progressiva dematerializzazione del processo: un meccanismo innovativo già in atto che è stato solo accelerato dall’emergenza epidemiologica da Covid-19.

Gli avvocati di Andersen sottolineano i vantaggi di una Giustizia digitalizzata: dall’efficienza gestionale delle pratiche alla riduzione dei costi di tutta la struttura giudiziaria, dall’accresciuta accessibilità dei luoghi alla contrazione di tempi e costi per i professionisti.

Vi invitiamo a leggere l’articolo in allegato.