Obblighi, modalità e termini di rilascio e trasmissione Certificazione Unica 2020 su compensi e provvigioni per contribuenti in regime forfettario

I soggetti in regime forfettario devono rilasciare la C.U. 2020 ai soggetti a cui nel corso del 2019 hanno erogato rispettivamente:

– redditi di lavoro dipendente ed assimilati;

– redditi diversi da quelli indicati al punto precedente, sui quali è stata operata in modo facoltativo la ritenuta d’acconto;

Viceversa la C.U. 2020 non deve essere rilasciata con riferimento a quelle somme per le quali lo stesso contribuente non abbia rivestito la qualifica di sostituto d’imposta, e pertanto a norma dell’art. 1 comma 69 della Legge di Stabilità del 2015, non abbia operato la ritenuta alla fonte. Queste somme in sede di redazione del Modello Redditi dovranno essere indicate dal contribuente in regime forfettario nel quadro RS, unitamente ai dati del soggetto percettore dei redditi ai quali non è stata operata la ritenuta d’acconto. Allo stesso modo bisognerà procedere anche quando a sua volta il soggetto percipiente è soggetto al regime forfettario e quindi anch’esso non applica la ritenuta d’acconto ex art. 1 comma 69 della legge n. 190 del 2014.

Il termine per la trasmissione telematica delle C.U. 2020 è fissato:

– per il 9 marzo 2020, cadendo di sabato il termine ordinario del 7 marzo, per i redditi che rientrano nella Dichiarazione Precompilata e quindi alle C.U. che vengono rilasciate dai forfettari ai lavoratori dipendenti;

– per il 20 novembre 2020, qualora i redditi non rientrassero nella Dichiarazione Precompilata e quindi alle C.U. che vengono rilasciate dai forfettari per compensi/provvigioni corrisposti a forfettari.