Nuovi termini per la detrazione IVA

Illustriamo le modifiche apportate dal D.L. 24 aprile 2017 n. 50 in materia di I.V.A. per quanto riguarda i termini di esercizio del diritto di detrazione oltre alla tempistica relativa alla registrazione delle fatture. Il tema assume rilevanza per le operazioni a “cavallo d’anno”, ovvero quelle riferite a operazioni la cui imposta è divenuta esigibile nell’anno “x”, che vengono trasmesse e ricevute dalla controparte nell’anno “x+1”.

I soggetti passivi I.V.A. con liquidazioni mensili dovranno prestare attenzione in particolare alle seguenti fattispecie:

  1. Fattura d’acquisto relativa ad operazioni effettuate (art. 6 decreto I.V.A.) nel corso del periodo d’imposta 2017 ricevuta entro il 16 gennaio 2018:
  • I.V.A. detraibile nella liquidazione I.V.A. del mese di dicembre 2017,
  • registrazione della fattura entro il termine di presentazione della dichiarazione relativa all’anno di ricezione della fattura (art. 25 decreto I.V.A.).
  1. Fattura d’acquisto relativa ad operazioni effettuate (art. 6 decreto I.V.A.) nel corso del periodo d’imposta 2017 ricevuta dopo il 16 gennaio 2018 ma entro il 30 aprile 2018:
  • I.V.A. detraibile nella dichiarazione annuale I.V.A. relativa al periodo d’imposta 2017,
  • registrazione della fattura entro il termine di presentazione della dichiarazione relativa all’anno di ricezione della fattura (art. 25 decreto I.V.A.).
  1. Fattura d’acquisto relativa ad operazioni effettuate (art. 6 decreto I.V.A.) nel corso del periodo d’imposta 2017 ricevuta dopo il 30 aprile 2018:
  • I.V.A. non detraibile,

registrazione della fattura entro il termine di presentazione della dichiarazione relativa all’anno di ricezione della fattura (art. 25 decreto I.V.A.).

 

In allegato, un documento con maggiori dettagli. I nostri professionisti sono a disposizione per fornire assistenza.