Applicazione del regime dei lavoratori impatriati

Maurizio Di Salvo, Partner, Avvocato e Dottore Commercialista, parte del team Private Client Services, commenta in chiave critica la recente Risposta ad interpello n. 407 del 16 giugno 2021, pubblicata in tema di accesso al regime di favore previsto dall’art. 16 del Dlgs 14 settembre 2015 n. 147 (regime dei lavoratori “impatriati”), da parte di un soggetto non residente (Family officer) che intenderebbe costituire una newco, dalla quale percepire compensi da redditi assimilati al lavoro dipendente in quanto futuro amministratore.

L’Agenza delle Entrate, dando una lettura restrittiva della norma agevolatrice, ritiene l’operazione censurabile sotto il profilo dell’abuso del diritto (art. 10 bis della L. n. 212/2000), allargandone notevolmente (e pericolosamente) il campo applicativo.