Gli approcci di Andersen contro la crisi da Covid

Francesco Marconi, Partner di Andersen, ha rilasciato un’intervista ad Affari Legali di Italia Oggi in un articolo sull’impatto causato dall’emergenza sanitaria dovuta al virus Covid-19 sulla struttura, in termini economici e organizzativi.

Lo studio italiano membro di Andersen Global ha adottato due diversi approcci per fronteggiare la crisi: conservativo, che ha permesso di mantenere la continuità aziendale attraverso il contenimento delle spese e tagli ai compensi professionali, e proattivo.

L’approccio proattivo, supportato dall’analisi di sostenibilità economica e dalle prospettive di sviluppo del business, ha valorizzato le proprie risorse umane tutelando i singoli individui e mantenendo l’occupazione. “Il vero tema sarà quello legato all’attenzione che i management avranno rivolto alle persone, alla salvaguardia della loro salute e del loro posto di lavoro, durante questo periodo di navigazione in acque agitate.” commenta Francesco Marconi. “A mio avviso saranno infatti le persone l’elemento fondante per la futura ripartenza, anche per le organizzazioni legali».

Francesco Marconi analizza inoltre la necessità di riconsiderare e riorganizzare le modalità di utilizzo degli spazi “fisici” aziendali, ottimizzandone l’occupazione anche grazie al supporto della tecnologia e conclude “Ritengo poi che questa emergenza accelererà ulteriormente nuovi processi aggregativi in ambito legale, seguendo un trend già in atto negli ultimi anni. Sarebbe auspicabile anche un processo di ridefinizione e di semplificazione per facilitare la costituzione di società tra professionisti, anche multidisciplinari”