Fattura elettronica dal 2022 per cessioni beni e prestazioni servizi con soggetti non stabiliti in Italia

A partire dal 1° gennaio 2022, i dati relativi alle operazioni di cessioni di beni e prestazioni di servizi effettuate e ricevute verso e da soggetti non stabiliti in Italia dovranno essere trasmessi telematicamente utilizzando il Sistema di interscambio secondo il formato previsto per la fattura elettronica.

Da notare che la trasmissione telematica dei dati relativi alle operazioni svolte nei confronti di soggetti non stabiliti nel territorio dello Stato deve essere effettuata entro i termini di emissione delle fatture o dei documenti che ne certificano i corrispettivi. Salvo eccezioni, la fattura va emessa entro dodici giorni dall’effettuazione dell’operazione.

Invece, la trasmissione telematica per le operazioni ricevute da soggetti non stabiliti in Italia va effettuata entro il quindicesimo giorno del mese successivo a quello dell’operazione.

 

In allegato, il commento dei nostri professionisti con tutte le informazioni, in particolare sui codici tipo documento 17 e 18, rispettivamente per integrazione/autofattura per l’acquisto di servizi dall’estero e per integrazione per l’acquisto di beni intracomunitari.