Contenuti pubblicati nel tempo su internet: efficacia probatoria

Nell’articolo La prova al tempo di internet: efficacia probatoria delle applicazioni che memorizzano i contenuti pubblicati on-line di Diritto.it Gilberto Cavagna commenta la sentenza della Corte d’Appello di Milano.

Le applicazioni delle banche dati digitali che contengono informazioni memorizzate nel tempo e contenute in pagine web non più online forniscono una sufficiente garanzia dell’attendibilità del servizio di archiviazione e di “ripescaggio” dei dati memorizzati.

La Corte d’Appello si è uniformata a quanto già deciso dal Tribunale e ha stabilito che gli screenshot prodotti attraverso queste applicazioni – e che quindi riguardano il contenuto delle pagine pubblicate in precedenza – sono uno strumento idoneo a consentire il recupero di prove pubblicate on-line e successivamente cancellate.

Dunque, gli screenshot delle applicazioni che archiviano i siti su internet costituiscono una valida ed efficace prova e un utile strumento per accertare i vari contenuti pubblicati nel tempo.