Detrazione IVA: chiarimenti Agenzia delle Entrate e primi commenti

In merito ai termini per l’esercizio del diritto di detrazione relativo all’I.V.A. su fatture d’acquisto, l’Agenzia delle Entrate ha fornito alcuni chiarimenti. In particolare, il D.L. 24 aprile 2017 n. 50, per fatture e bollette doganali emesse dal 1° gennaio 2017, ha modificato i termini di esercizio del diritto di detrazione oltre la tempistica relativa alla registrazione delle fatture d’acquisto.

L’Agenzia delle Entrate, richiamando i principi espressi dalla Corte di Giustizia  UE, ha subordinato l’esercizio del diritto alla detrazione a due requisiti:

  • esigibilità dell’imposta,
  • possesso di una fattura d’acquisto.

Il diritto alla detrazione potrà quindi essere esercitato nell’anno in cui il soggetto passivo, venuto in possesso del documento contabile, annota il medesimo in contabilità, facendolo confluire nella liquidazione periodica relativa al mese o trimestre del periodo di competenza ovvero nella dichiarazione annuale.

Nella circolare allegata, potete trovare le specifiche riguardo le fatture d’acquisto ricevute nel 2018, per operazioni effettuate nel 2017 (data fattura 2017) e le fatture d’acquisto ricevute nel 2017 e registrate nel 2018, per operazioni effettuate nel 2017 (data fattura 2017).

I nostri esperti sono a disposizione per fornire chiarimenti in merito.