Tax credit per cinema e audiovisione

L’industria cinematrografica e dell’audiovisione è stata disciplinata con la Legge 14 novembre 2016, n. 220, che stabilisce crediti d’imposta e agevolazioni fiscali, applicabili a decorrere dal 1° gennaio 2017

La nuova legge sul cinema realizza una riforma attesa da oltre cinquant’anni con la creazione di un fondo autonomo per il sostegno dell’industria cinematografica e audiovisiva e pone fine alla discrezionalità nell’attribuzione dei fondi. La norma rende disponibili risorse certe per 400 milioni di euro l’anno e introduce sistemi automatici di finanziamento con forti incentivi per i giovani autori e per chi investe in nuove sale e a salvaguardia dei cinema storici.

La legge prevede i seguenti incentivi finanziari per il settore:

  • Crediti di imposta
  • Contributi automatici
  • Contributi selettivi
  • Contributi alle attività e alle iniziative di promozione

Con riferimento alle tipologie di tax credit, questi sono riconosciuti nella misura massima del 30% per chi investe nel settore del cinema ed audiovisivo, che aumenta fino al 40% per i produttori indipendenti che distribuiscono il film in proprio e per le imprese esterne che investono in film che accedono ai contributi selettivi.

Possono beneficiare dei tax credit:

  1. le imprese esterne al settore che investono nel cinema italiano
  2. le imprese di produzione, distribuzione, post-produzione
  3. i distributori che programmano il cinema italiano, incentivando la concorrenza e aumentando le quote di mercato
  4. le imprese italiane che lavorano per produzioni straniere
  5. gli esercenti che gestiscono le sale.

 

Ulteriori dettagli nell’approfondimento allegato. I professionisti di Andersen & Legal Italia sono a disposizione per assistere i soggetti interessati in tutte le attività preparatorie ed attuative relative all’incentivo in oggetto ed, in particolare:

  • assistenza nel reperimento e nella documentazione delle spese agevolabili
  • assistenza nel calcolo dell’agevolazione
  • assistenza nei rapporti con il MIBACT e con l’Agenzia delle Entrate
  • assistenza nelle corrispondenza con le suddette autorità e nelle attività dichiarative.