Maricla Pennesi commenta l’impatto della digitalizzazione sulle normative fiscali

Il fenomeno della globalizzazione e della conseguente diffusione tecnologica hanno comportato considerevoli cambiamenti nei modelli di business non solo per i gruppi multinazionali, ma anche per le PMI.

Il convegno La sfida della digitalizzazione: impatti sul business e sul sistema fiscale, organizzato dalla Camera di Commercio Americana in Italia (AmCham), approfondisce l’evoluzione della fiscalità sulle imprese in seguito alla diffusione della digitalizzazione, mettendo a confronto i possibili rischi e  le opportunità presenti in uno scenario economico in continua evoluzione.

Maricla Pennesi, European Head of Tax esperta di digital tax, introduce gli impatti normativi dell’espansione tecnologica non solo sulle attività delle società specializzate nell’offerta di servizi digitali, ma anche delle imprese operanti in settori più tradizionali.

Il passaggio da economia tangibile a business sempre più intangibili richiedono infatti  la rivisitazione dei criteri di tassazione causata dalla produzione di reddito senza tuttavia avere un prodotto concreto. Il mercato digitale non è più confinato solo al settore ICT in cui gli user assumono un ruolo centrale, ma pervade tutte le attività aziendali per la gestione di data generati. Dal punto di vista fiscale, ci si interroga pertanto su dove avvenga la creazione di valore e se considerare gli stessi user e data delle risorse soggette a tassazione. Il fenomeno stimola inoltre il dibattito sul ruolo della fiscalità per favorire innovazione e crescita economica.

L’approfondimento di queste tematiche si inserisce considerando le azioni intraprese dall’OCSE nel tentativo di giungere ad una soluzione che abbia un approccio internazionale e globale. Il dibattito internazionale diede infatti origine al progetto Base Erosion and Profit Shifting (BEPS) condotto dai paesi membri OCSE e dagli stati inclusi nel G20. Lo studio aveva come obiettivo l’ armonizzazione dei sistemi fiscali a livello internazionale per contrastare il fenomeno dell’evasione fiscale e proporre norme antielusive per evitare fenomeni di detassazione, attraverso la proposta di sistemi di pianificazione e localizzazione dei patrimoni di società multinazionali soprattutto in località a fiscalità agevolata.

Partecipa all’incontro anche Fabrizia Lapecorella, Direttore Generale del Dipartimento delle Finanze, Ministero dell’Economia e delle Finanze, analizzando la Digital Tax a livello OCSE e G20.