La digitalizzazione come strumento di sviluppo delle figure professionali

Marco Giorgi partecipa al convegno L’evoluzione delle professioni e l’impatto sul welfare (28 – 30 giugno, Chia Laguna – Sardegna).

La quarta rivoluzione industriale ha generato un’evoluzione non solo in merito ai modelli di produzione da parte delle aziende, ma anche e soprattutto nella definizione di nuove figure professionali.

L’avanzare della digitalizzazione, favorito dalla globalizzazione e dallo sviluppo di nuove tecnologie, ha comportato un notevole impatto sulle modalità di lavoro e sulle competenze richieste ai lavoratori e liberi professionisti.

La crescente necessità di migliorare la condizione lavorativa, sociale e culturale dell’ambiente in cui l’impresa opera, stimola inoltre la ridefinizione della regolamentazione relativa al Welfare.

Fatte queste considerazioni risulta pertanto evidente la necessità per il management di avvalersi di nuovi modelli organizzativi in grado di rispondere alle crescenti esigenze del mercato.

In questo contesto, Marco ha analizzato l’influenza dell’innovazione digitale sulle professioni e i lavori del futuro con un panel multidisciplinare che avrà come ospiti  Sergio Corbello, Presidente Assoprevidenza, Mario La Torre, Ordinario di Economia degli Intermediari Finanziari – Università di Roma La Sapienza, e Mario Mantovani, Presidente CIDA.