Il Sole 24 Ore – Segnalare l’emergenza nell’informativa societaria che accompagna il bilancio

Il Sole 24 Ore, Norme & Tributi, pubblica oggi un approfondimento di Marta Pasqui, dottore commercialista di Andersen, su come segnalare determinate situazioni – quale l’emergenza da Covid-19 – nell’informativa societaria che accompagna il bilancio.

Gli eventi legati al coronavirus sono da considerarsi accadimenti successivi alla chiusura dell’esercizio che non incidono sui valori di bilancio al 31.12.2019. Tuttavia rilevanti e quindi da segnalare per il loro probabile impatto sulla situazione economica, patrimoniale e finanziaria dell’azienda.

Pasqui evidenzia come queste informazioni vadano riportate nelle analisi inserite nella Relazione sulla gestione in merito all’evoluzione dei dati nel 2020.

La nota integrativa – secondo quanto stabilito dal Codice civile, art. 2427 – deve evidenziare, tra le altre, anche tutte le informazioni riguardanti «la natura e l’effetto patrimoniale, finanziario ed economico dei fatti di rilievo avvenuti dopo la chiusura dell’esercizio». Nella Relazione sulla gestione – secondo l’art. 2428 – vanno rimarcate le minacce più importanti a cui la società è soggetta, analizzando la possibile evoluzione della gestione.

Nell’articolo allegato, il dettaglio dei fatti di rilievo in assenza dei quali la nota integrativa e la relazione sulla gestione potrebbero risultare incomplete.

E’ fondamentale, inoltre, valutare la rilevanza degli accadimenti nell’ottica della continuità aziendale. Nel caso in cui la continuità non sia assicurata già al momento della predisposizione di bilancio, la società deve predisporre un’informativa sulle politiche contabili adottate per la redazione del bilancio d’esercizio in mancanza del postulato della continuità.

Il nuovo Codice della crisi d’impresa e dell’insolvenza impone questa “segnalazione interna”, non presente nell’elenco delle proroghe stabilite dal Decreto Legge 9/2020 per gli obblighi di segnalazione all’Ocri e, pertanto, in vigore dal 15.08.2020. (Vedi il nostro approfondimento sulle proroghe e i rinvii per la crisi d’impresa)