Andersen al seminario sulla Direttiva DAC-6 organizzato da SUPSI e ODCEC

Maurizio Di Salvo, partner di Andersen, sarà uno dei relatori della conferenza organizzata da SUPSI Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana e dall’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Milano, dal titolo DAC-6: Spunti (critici) di riflessione a margine dell’introduzione della Direttiva UE n. 2018/822.

Durante l’incontro verranno analizzate alcune questioni aperte in tema di scambio di informazioni (e non solo) alla luce della Direttiva DAC-6, che introduce un obbligo di comunicazione alle autorità tributarie dell’eventuale realizzazione di “meccanismi transfrontalieri” (potenzialmente) aggressivi da un punto di vista fiscale.

Infatti, il dibattito sorto in merito all’introduzione della Direttiva DAC-6 è fervente. Lo è perché il testo della Direttiva europea – quando non appare sempre d’agile comprensione – sembra aprire, in ogni caso, scenari di cui occorre appurare, da un lato, la conciliabilità con principi fondamentali che reggono il mercato unico (si pensi, ad esempio, alla libertà d’iniziativa economica e di stabilimento), dall’altro la capacità o meno di minare e alterare, ad esempio, il rapporto tradizionale (e naturale) tra professionista e contribuente assistito in sede di realizzazione di operazioni transfrontaliere di cui, alla luce della Direttiva, debba essere data comunicazione all’Amministrazione finanziaria.

L’avvocato Di Salvo offrirà in particolare il proprio contributo nella riflessione intorno al valore del segreto professionale, in particolare nell’ambito del cosiddetto Private Client Service.

 

Martedì 16 marzo 2021  |  10.15-12.30

Per iscriversi al seminario: https://supsi.zoom.us/webinar/register/WN_f0oXeoviRIS2V9ZZo7aexQ