Decreto “Sostegni”: definizione agevolata degli avvisi bonari

L’art. 5 del DL 41/2021, c.d. decreto “Sostegni”, disciplina la definizione agevolata delle somme dovute a seguito di liquidazione automatica delle dichiarazioni relative ai periodi di imposta 2017 e 2018 (c.d. avvisi bonari emessi ai sensi dell’art.36-bis del DPR 600/73 e dell’art.54-bis del DPR 633/72).

L’agevolazione consiste nella possibilità di pagare tali avvisi mediante l’integrale disapplicazione delle sanzioni e degli interessi ed è riservata ai titolari di partita IVA (attiva alla data di entrata in vigore del nuovo DL) che nel 2020 hanno subito una riduzione maggiore del 33% del volume di affari rispetto al 2019, risultante dalla dichiarazione annuale dell’imposta sul valore aggiunto, ovvero dell’ammontare dei ricavi o compensi risultanti dalla dichiarazione dei redditi presentata per il periodo di imposta 2020.

La disposizione inserita nel decreto “Sostegni” prevede anche una procedura di riconoscimento automatico del beneficio: l’Agenzia delle Entrate, una volta rilevata la riduzione del volume di affari, notificherà l’avviso bonario comunicando ai contribuenti la possibilità di definizione delle somme dovute con esclusione di sanzioni e somme aggiuntive. Come previsto in generale per la definizione degli avvisi bonari, il contribuente potrà beneficiare dell’integrale disapplicazione delle sanzioni e degli interessi solo pagando entro 30 giorni dalla data di ricevimento della proposta.

Maria Novella Mannucci