Credito di imposta locazioni: istituiti i codici tributo utilizzabili in compensazione dai cessionari

Con la risoluzione n. 39/E del 13 luglio 2020 l’Agenzia delle Entrate ha definito i codici tributo per l’utilizzo in compensazione, mediante F24, da parte del cessionario, dei crediti d’imposta previsti per i canoni di locazione di negozi e botteghe, immobili a uso non abitativo e affitto d’azienda istituiti al fine di contenere gli effetti negativi derivanti dall’emergenza Covid-19.

L’Agenzia delle Entrate nella risoluzione in esame rammenta altresì che: “l’articolo 122, comma 2, lettere a) e b), del decreto-legge n. 34 del 2020 prevede che, fino al 31 dicembre 2021, i soggetti beneficiari dei crediti d’imposta suindicati possano, in luogo dell’utilizzo diretto, optare per la cessione, anche parziale, degli stessi crediti ad altri soggetti, ivi inclusi istituti di credito e altri intermediari finanziari”.

Con il provvedimento n. 250739 del 1° luglio 2020 del Direttore dell’Agenzia delle Entrate sono definite le modalità di comunicazione della cessione dei crediti d’imposta e di utilizzo degli stessi da parte dei cessionari. Se questi decideranno di utilizzare tali crediti ai sensi dell’art. 17 del DL 241/97, il provvedimento definisce che:

• il modello F24 deve essere presentato esclusivamente tramite i servizi telematici utilizzabili dal sito dell’Agenzia delle Entrate, pena lo scarto dello stesso;
• se l’importo del credito utilizzato in compensazione dovesse risultare superiore a quello disponibile, il pagamento verrà rifiutato. La comunicazione dello scarto sarà trasmessa con apposita ricevuta consultabile mediante i servizi telematici dell’Agenzia.

I crediti d’imposta che potranno essere utilizzabili in compensazione dai cessionari sono quelli risultanti dalle comunicazioni inviate dai cedenti all’Agenzia, secondo quanto disposto dal provvedimento del 1° luglio. Contestualmente il cessionario è tenuto ad accettare quanto concesso tramite l’apposita “Piattaforma cessione crediti” disponibile nell’area riservata del sito dell’Agenzia.

L’utilizzo in compensazione dei crediti d’imposta può essere effettuato utilizzando i seguenti codici tributo:

• “6930” denominato “Botteghe e negozi – utilizzo in compensazione del credito da parte del cessionario • art. 122 del D.L. n. 34 del 2020”;
• “6931” denominato “Canoni di locazione immobili non abitativi e affitto di azienda – utilizzo in compensazione del credito da parte del cessionario – art. 122 del D.L. n. 34 del 2020”.

In sede di compilazione del modello F24 il contribuente dovrà: inserire i codici tributi nella sezione “Erario”, in corrispondenza delle somme indicate nella colonna “importi a credito compensati” e indicare l’anno relativo alla prima cessione del credito approvata.