Campione d’Italia entra nel territorio doganale europeo

A partire dal 1° gennaio 2019 il comune di Campione d’Italia e le acque italiane del Lago di Lugano fanno ufficialmente parte del territorio doganale dell’Unione Europea, pur restando esclusi dall’applicazione territoriale dell’IVA comunitaria.

La modifica è stata introdotta dal Regolamento n. 474 del 19 marzo 2019, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della Unione Europea il 25 marzo 2019 con la Direttiva 2019/475/UE.

Il nuovo status di territorio dell’Unione Europea ai fini doganali permetterà di escludere che dal 1 gennaio 2020 l’invio dei beni dall’Italia al comune di Campione d’Italia e nelle acque nazionali del Lago di Lugano integri una fattispecie di esportazione, con tutti i conseguenti adempimenti a carico degli operatori nazionali.

Nonostante ai fini doganali Campione d’Italia risulti nel territorio dell’Unione Europea, ai fini IVA esso continuerà a rimanere territorio extra UE e pertanto la non imponibilità IVA dovrebbe essere garantita anche al venir meno del regime di esportazione.

Problemi potrebbero sorgere ai fini dell’applicazione dell’art. 8 comma 1 lett. a) del DPR 633/1972 per quanto riguarda la dimostrazione dell’uscita delle merci dal territorio unionale, in quanto l’esportazione non potrà più risultare da un documento doganale o dalla dichiarazione di esportazione, ma si dovrà fare riferimento alla bolla di accompagnamento oppure al documento di trasporto ex art. 21 comma 4 lett. a) DPR 633/1972.

Dal punto di vista doganale i beni nazionali per attraversare il territorio svizzero non dovranno più figurare in una dichiarazione di esportazione ma dovranno essere vincolati al regime del transito interno, che consente il trasferimento di merce unionale da un punto a un altro della UE, con attraversamento di un Paese terzo, senza che ciò muti la loro posizione doganale (art. 227 Codice Doganale Unione).

Da ultimo, si segnala che la Direttiva 2019/475/UE prevede, a partire dal 2020, l’applicazione al comune di Campione d’Italia e alle acque nazionali del Lago di Lugano del regime generale delle accise.