Bonus locazioni: il credito d’imposta spetta anche se il canone è pagato nel 2019

Con la risposta n.440/2020 l’amministrazione finanziaria ha chiarito che l’agevolazione relativa al bonus locazioni spetta anche se i canoni di locazione o di affitto d’azienda sono stati versati in via anticipata nel 2019.
In particolare, nel caso presentato con l’interpello sopra indicato, il contribuente ha richiesto la possibilità di accedere al credito d’imposta sui canoni di locazione per l’affitto di un’azienda, avendo stipulato il contratto nel dicembre 2019 e corrispondendo in pari data ed in via anticipata l’intero canone dovuto, comprensivo anche delle rate dei mesi di aprile, maggio e giugno 2020.
Si ricorda che il Decreto Rilancio all’art.28 ha previsto, in presenza di specifici requisiti, un credito d’imposta:
– Pari al 60% dell’ammontare mensile (per i mesi da marzo a giugno 2020, ovvero da aprile a luglio per le strutture turistico ricettive con attività solo stagionale) del canone di locazione, leasing o di concessione di immobili a uso non abitativo destinati allo svolgimento dell’attività industriale, commerciale, artigianale, agricola, di interesse turistico o all’esercizio abituale e professionale dell’attività di lavoro autonomo;
– Pari al 30% dei canoni relativi a contratti di servizi a prestazioni complesse o di affitto d’azienda, compresivi di almeno un immobile ad uso non abitativo destinato alle attività sopra indicate.
Bisogna rilevare che al comma 5 dello stesso articolo viene disposto che il credito d’imposta è commisurato all’importo versato nel periodo d’imposta 2020. Proprio alla luce di questa disposizione dovrebbe essere esclusa la possibilità di fruire dell’agevolazione nel caso in cui il canone, anche se riferito al 2020, sia stato versato nel 2019.
Tuttavia con la circolare ministeriale 14/E/2020 è stato ritenuto che “nelle ipotesi in cui il canone sia stato versato in via anticipata, sarà necessario individuare le rate relative ai mesi di fruizione del beneficio parametrandole alla durata complessiva del contratto”.
Proprio affermando quest’ultimo principio riconducibile al concetto di competenza, nella risposta all’interpello 440/2020 viene chiarito che il bonus spetta dunque, limitatamente alle rate afferenti i mesi da marzo a giugno 2020, anche per i canoni di affitto d’azienda corrisposti integralmente nel 2019.

Mattia Dassi