Incentivare le aggregazioni tra professionisti: Andersen illustra la sua ricerca sul sostegno alle STP

Marco Giorgi e Giovanni Cretella, rispettivamente Partner e Senior Advisor di Andersen, illustrano uno studio sulle misure normative e fiscali a sostegno delle aggregazioni professionali al convegno Incentivare le aggregazioni tra professionisti: profili normativi e fiscali di una riforma possibile, organizzato da Fondazione Inarcassa (5 luglio 2022, Ergife Palace Hotel, Roma).

Nello specifico, la ricerca è stata svolta con l’intento di esaminare le ragioni che hanno limitato la diffusione delle società tra professionisti (STP), soprattutto per le professioni tecniche. Da questa disamina è emerso che il quadro normativo e i profili fiscali non sono stati favorevoli verso questa forma di aggregazione, insieme all’introduzione del cosiddetto regime forfettario (ex L. 190 del 23 dicembre 2014).

 

Le STP – introdotte nel nostro ordinamento come società mono o multi disciplinare regolamentata dal D.M. 8 febbraio 2013 n. 34, portante il “Regolamento in materia di società per l’esercizio di attività professionali regolamentate nel sistema ordinistico, ai sensi dell’articolo 10, comma 10, della legge 12 novembre 2011, n. 183” – sono società costituite secondo una delle strutture societarie consentite dall’ordinamento italiano e il cui scopo primario è lo svolgimento di una o più attività professionali. Mentre si parla di STP multidisciplinare quando l’oggetto sociale della società professionale prevede l’esercizio di più attività professionali, si parla di STP monodisciplinare quando l’oggetto sociale della società prevede l’esercizio di una sola attività.
In altre parole, si tratta di società tipiche che aderiscono al modello di business scelto dai soci professionisti, come le società semplici, le società in nome collettivo, le società in accomandita semplice, le SPA, le SRL o le cooperative costituite da almeno tre soci persone fisiche. Ciò che distingue queste imprese è semplicemente l’oggetto sociale che consente lo svolgimento di una o più attività professionali.

 

Il mercato dei servizi legati alla progettazione, sempre più concorrenziale a livello internazionale, richiede competenze nuove e trasversali, che impongono una riqualificazione e un’incentivazione delle STP, soprattutto dal punto di vista fiscale. Ciò ha alimentato un processo di disgregazione, soprattutto nei contesti associativi professionali di medie dimensioni.

Questi, i temi analizzati e discussi con la moderazione della giornalista de Il Sole 24 Ore, Daniela Casciola, anche con interlocutori istituzionali: il Senatore Francesco Urraro (Commissione Giustizia del Senato), l’Onorevole Luigi Marattin (Presidente Commissione Finanze della Camera) e l’Onorevole Antonio Martino (Capogruppo in Commissione Finanze della Camera).