La direttiva DAC7 sulla trasparenza fiscale

I professionisti di Andersen forniscono una panoramica sulla direttiva DAC7 e le sue implicazioni per chi gestisce una piattaforma digitale.

Cos’è la DAC7

Entrata in vigore all’inizio del 2023, la DAC7 è una normativa europea che si pone l’obiettivo di contrastare l’evasione fiscale di quei soggetti, con sede nell’Unione, che propongono la vendita di beni, servizi o immobili attraverso piattaforme online come Amazon, Airbnb o Booking.

La DAC7 impone quindi agli operatori di piattaforme digitali di trasmettere in automatico alle autorità fiscali le informazioni sui pagamenti transfrontalieri effettuati da venditori e fornitori comportando nuovi obblighi che, in caso di mancanza di conformità, possono portare a sanzioni significative per le aziende.

Regole di rendicontazione DAC7 per le piattaforme digitali

Le norme di rendicontazione DAC7 recentemente adottate richiedono alle piattaforme digitali di raccogliere e comunicare informazioni specifiche sugli utenti che offrono vendita di beni, servizi alla persona, trasporti o affitto di immobili tramite la piattaforma.

Gli operatori di piattaforme che facilitano le transazioni per i residenti nell’UE o le transazioni che coinvolgono beni immobili con sede nell’UE devono essere registrati ai fini della rendicontazione DAC7 per poter dichiarare le informazioni raccolte.

Eventuali non conformità possono comportare sanzioni fino a 250.000 euro. Inoltre, la mancata registrazione della piattaforma potrebbe causare il divieto ad operare nell’UE.

Perché scegliere il supporto di Andersen

Andersen collabora con specialisti esperti a livello globale per fornire una consulenza tempestiva, pratica ed efficace.

La consulenza dello studio sul DAC7:

  • Determinare se la vostra azienda è soggetta all’obbligo di registrazione
  • Facilitare il completamento dei requisiti di registrazione
  • Implementare i processi e i sistemi necessari per la rendicontazione periodica alle autorità

Che risultati potete ottenere

Se la vostra azienda gestisce una piattaforma digitale che facilita le transazioni per i residenti nell’UE o le transazioni che coinvolgono beni immobili con sede nell’UE, una delle principali problematiche a cui potreste andare incontro è quella di identificare gli utenti che operano sulla piattaforma e capire come raccogliere e comunicare le informazioni pertinenti ai fini della segnalazione. I professionisti di Andersen sono in grado di assistervi in questa delicata operazione evitando così di incorrere in sanzioni.

    Downloads
  • DAC7 (PDF, 83.90 KB)