Bonus pubblicità 2021, al via le prenotazioni online

E' stato pubblicato il provvedimento per poter accedere al bonus pubblicità 2021

Come stabilito dalla Legge di bilancio 2021 (articolo 1, comma 608, L. 178/2020) dal 1° al 31° marzo sarà possibile presentare la domanda di prenotazione del bonus pubblicità che, per gli anni 2021 e 2022, è riconosciuto nella misura unica del 50% del valore degli investimenti pubblicitari effettuati sui giornali quotidiani e periodici, anche in formato digitale, entro il limite massimo di 50 milioni di euro per ciascuno degli anni.

Nell’ipotesi di investimenti pubblicitari su emittenti televisive e radiofoniche locali effettuati nel biennio 2021-2022, il credito d’imposta è riconosciuto nella misura ordinaria del 75% dell’investimento incrementale, purché pari o superiore all’1 per cento degli stessi investimenti effettuati l’anno precedente.

Tale agevolazione, che è in vigore dal 2018, è destinata alle imprese, ai lavoratori autonomi e agli enti non commerciali in relazione agli investimenti pubblicitari effettuati sulla stampa quotidiana e periodica, anche online, e sulle emittenti televisive e radiofoniche locali (articolo 57-bis D.L. 50/2017, convertito dalla L. 96/2017).

A seguito delle novità introdotte dalla Legge di bilancio 2021, per gli investimenti sulla stampa effettuati nel 2021 e 2022 è venuto meno il requisito dell’incremento minimo dell’1% dell’investimento all’anno precedente.

La norma si pone in continuità con quanto stabilito per gli investimenti pubblicitari effettuati nell’anno 2020, per i quali era già stato introdotto un regime “straordinario” di accesso al credito d’imposta, con la finalità di contrastare la crisi degli investimenti in tale settore, innescata dall’emergenza sanitaria.

Come chiarito dall’Agenzia delle Entrate nel modello di istruzioni per la presentazione della domanda, aggiornato lo scorso 24 febbraio 2021, ai fini dell’accesso al credito occorrerà  seguire la procedura resa disponibile sul sito dell’Agenzia delle Entrate. Nella comunicazione, che dovrà essere trasmessa telematicamente, andranno indicati i dati degli investimenti già effettuati e quelli che si prevede di effettuare nel corso dell’anno cui la prenotazione si riferisce. Tali dati dovranno essere confermati a consuntivo, tramite invio di una dichiarazione sostitutiva relativa agli investimenti effettuati nel 2021, da presentare dal 1° al 31 gennaio 2022.

Si ricorda, infine, che in caso di presentazione di più comunicazioni per l’accesso al credito d’imposta relative al medesimo anno, è ritenuta valida l’ultima trasmessa entro il termine di presentazione (31 marzo).